Carnevale a tavola con la lasagna del re ghiottone

Segnatevi questa data: il 28 febbraio. Non è un giorno qualsiasi al Sud, ma l’ultimo giorno di Carnevale. Il martedì grasso prima dell’inizio della Quaresima. L’ultimo giorno per sedersi a tavola e vivere l’esperienza unica di un pranzo tradizionale con sua maestà la lasagna.

Ricca, abbondante, con tanta carne di maiale, da farne incetta prima della lunga astinenza fino al giorno di Pasqua, e poi ricotta, polpettine fritte con l’olio d’oliva e pomodoro Dop per l’immancabile salsa ragù che avvolge ogni strato di questo piatto che non può mancare nella lunga lista delle prelibatezze da provare durante un viaggio d’inizio anno, nelle regioni del Sud. Il ripieno della lasagna tradizionale, quindi, (troverete piccole variazioni in ogni regione meridionale ma il gusto e gli ingredienti di base sono sempre gli stessi) è formato da ricotta di pecora, salsiccia di maiale, uova sode, mozzarella e formaggio pecorino e parmigiano. Un piatto che si identifica totalmente con il Carnevale, festa dell’abbondanza a tavola e non solo.

C’era un re, anzi l’ultimo re del regno delle Due Sicilie, Francesco II, talmente ghiotto di questo gustosissimo alimento, da venire soprannominato dal popolo, il re Lasagna. Pare che frequentasse le cucine di Corte durante i giorni di Carnevale per intingere le dita nel ragù e seguire di persona la preparazione. Insomma un vero fanatico della lasagna che vi proponiamo con la ricetta tradizionale napoletana, in omaggio al re amatissimo dai napoletani, le cui spoglie, insieme a quelle della moglie, la regina Maria Sofia di Baviera (sorella della più celebre “Sissi” imperatrice d’Austria), sono custodite nella Chiesa di Santa Chiara nel Centro Storico di Napoli.

 

 

La ricetta

- Per il ragù -

- spezzatino di vitello - 500gr

- cervellatine (salsiccette) - 500gr

- cipolle medie - 2

- passata di pomodoro - 2l

- concentrato di pomodoro - 1 cucchiaio

- olio di oliva - 2dl

- tacchiulelle (costine di maiale) - 6

- vino rosso preferibilmente Gragnano - 1/4

- basilico e sale - q.b.

- Per le polpettine -

- carne macinata - 200gr

- pane raffermo - 80gr

- uovo - 1

- parmigiano - q.b.

- sale e prezzemolo - q.b.

- Per il ripieno -

- ricotta di pecora (scegliete la romana, è più morbida) - 300gr

- cervellatine cotte nel ragù - 250gr

- fiordilatte fresco - 250gr

- parmigiano grattugiato - 200gr