Culingionis

Primo

Ricetta in breve

Difficoltà:
Preparazione:
80 minuti
Persone:

Ingredienti

Farina : 400 Grammi ( di semola )
Uovo : 6 Unità ( 4 per la pasta e 2 per il ripieno )
Bietola : 300 Grammi
Pecorino Pecorino Sardo DOP : 300 Grammi ( fresco )
Parmigiano reggiano Parmigiano Reggiano DOP : 30 Grammi
Burro : 1 ( noce )
Noce Moscata : q.b.
Acqua : Bicchiere ( mezzo )
Zafferano Zafferano di Sardegna DOP : 1 ( pizzico )
Sale : q.b.
Pepe

Procedimento

Setacciare la farina a fontana sul piano di lavoro e mettere al centro quattro uova, un pizzico di sale e qualche cucchiaio d’acqua. Lavorare bene l’impasto ottenuto fino a che sia liscio e omogeneo, poi raccoglierlo in una palla e farlo riposare circa mezz’ora in una terrina coperta da un tovagliolo. Intanto mondare e lavare la bietola, poi farla lessare qualche minuto in pochissima acqua leggermente salata. Scolarla, strizzarla, tritarla e farla insaporire in una padella con il burro. In una ciotola mettere il pecorino fresco grattugiato, due uova, il parmigiano grattugiato, la bietola, una grattatina di noce moscata, un pizzico di zafferano, sale e pepe, poi mescolare bene. Stendere la pasta in due sfoglie sottili e uguali. Sulla prima distribuire il composto preparato facendo dei piccoli mucchietti distanziati fra di loro. Ricoprire con l’altra sfoglia, pigiando con le dita per racchiudere bene ciascun mucchietto nell’impasto e poi, con una rotellina o un coltellino, separare i ravioli ottenuti dando circa quattro centimetri di lato. Mano a mano che sono pronti, stenderli su un canovaccio infarinato. Tuffarli in una capace pentola con abbondante acqua leggermente salata in ebollizione e quando, dopo circa due minuti, risaliranno in superficie, scolarli, condirli a piacere e servirli ben caldi.