Orata all'anconetana

Secondo

Ricetta in breve

Difficoltà:
Preparazione:
150 minuti
Persone:

Ingredienti

Orata : 1 Chilogrammi ( 2 da 500 g )
Acciughe Acciughe sotto sale del Mar Ligure IGP : 8 Unità
Uovo : 4 Unità
Scalogno : 1 Unità
Aglio : 1 Unità
Panino ( mezzo, raffermo )
Olio extravergine d'oliva Olio extravergine di Oliva Cartoceto DOP : 1 Bicchiere
Vino bianco : Bicchiere
Alloro : 1 Unità ( foglia )
Timo : q.b.
Noce Moscata : q.b.
Sale : q.b.
Pepe : q.b.

Procedimento

Pulire ed eviscerare le orate, sciacquarle velocemente sotto l’acqua corrente e tamponarle con carta assorbente da cucina. In una terrina fare una marinata con lo scalogno e il timo tritati, la foglia di alloro ben lavata e spezzettata con le mani, il vino bianco, 3 cucchiai d'olio, un pizzico di noce moscata, sale e pepe. Mescolare bene per insaporire e immergere le orate. Far riposare in frigorifero, rigirandole spesso, per almeno 2 ore. Rassodare le uova in una casseruola partendo da acqua fredda 7 minuti dal bollore, farle raffreddare e sgusciarle, quindi dividerle a metà ed estrarre i tuorli. Aprire le acciughe, diliscarle e sciacquarle sotto l'acqua corrente per dissalarle. Ammorbidire la mollica del panino con l’aceto e spellare lo spicchio di aglio. Riunire il tutto nel mixer e frullare un minuto, regolare di sale e pepe e diluire con una quantità di olio sufficiente a ottenere una salsa densa e omogenea (circa mezzo bicchiere). Trascorso il tempo di marinatura, scolare le orate e grigliarle su una piastra caldissima 6 minuti per lato, irrorandole con un cucchiaio della marinata. Trasferire il pesce su un piatto da portata e servire subito accompagnando, a parte, con una ciotola di salsa guarnita con qualche rametto di timo.